domenica 20 luglio 2014

Termine dell'anno sociale - Riflessioni finali del presidente uscente


Con queste parole di Madre Teresa di Calcutta mio padre, Vittoriano Raffaelli, esordiva all'inizio del suo anno da presidente del Lions Club Pescia... mai parole furono più adeguate nel descrivere il nostro "lavoro" di Lions e Leo...

A dire il vero all'inizio dell'anno prendevo questo incarico con molto timore, totalmente inconsapevole di ciò a cui andavo in contro, quindi con molta faccia tosta mi sono affacciato per la prima volta nella nube che mi nascondeva il lavoro del Distretto. Molte volte, all'interno di un qualsiasi club a "schema piramidale", non ci si chiede nemmeno cosa mai facciano quelli dei piani superiori, e per questo, temendo di trovare un gruppo decisamente "troppo responsabilizzato", mi ero autoescluso negli scorsi anni nell'intraprendere un cammino a cui quest'anno, volente o nolente, ero di fronte.

Quando altri ragazzi mi chiedevano "Si ma... cos'è il Leo Club?" ho sempre risposto "E' un'associazione a livello internazionale che bla bla bla"... praticamente dicendo tutto e dicendo niente, dando quasi per scontato che sono solo altri più in alto nella piramide che si danno da fare... Se me lo dovessero chiedere ora risponderei "Siamo un gruppo di ragazzi che si è messo in gioco per migliorare la vita di chi è più debole o più sfortunato". Semplice, quasi banale, ma chiaro per tutti.

Nell'essere il responsabile di un club, mettendo la faccia ovunque, ci si rende veramente conto di quanto questa goccia in mezzo al mare possa però rendere felice persone sfortunate, persone che realmente hanno bisogno anche di poco per migliorare la propria vita. In cambio di tanta fatica riceviamo un sorriso, e vale molto di più di sudore e ossa rotte.

Non è stato facile, per niente, perché gli impegni si susseguono e resta difficile "fare il Leo" solo nei ritagli di tempo, ma nonostante tutte le difficoltà di una vita frenetica fatta di gioie e dolori, esami, lavori, fidanzate e fidanzati, abbiamo portato a termine un anno decisamente appagante frutto della volontà collettiva di ognuno di noi.

Nell'addentrarmi nel Distretto ho avuto anche la fortuna di confrontarmi con persone eccezionali, spinte dalla volontà di far la differenza per qualcun altro che non ce la può fare, e queste persone le ringrazio perché mi hanno fatto realmente capire chi è e cosa può fare un Leo.
Ringrazio tutti coloro che mi sono stato vicini e tutti quelli che lo saranno ancora, che mi hanno spronato a migliorare non sono nell'ambito dello studio/lavoro (per quello serve un miracolo della Madonna... ci sto lavorando...) ma anche nel perseguire i miei obiettivi per rendere quest'anno ricco di soddisfazioni, aiutandomi a risalire a galla quando le cose non sono andate bene.

Mi auguro che queste poche righe possano coinvolgervi, almeno in parte, nell'emozione che proviamo nell'essere Leo.

Cristiano Vittoriano Raffaelli
past presidente Leo Club Pescia a.s. 2013/2014
delegato d'area2 a.s.2014/2015

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO